Coronavirus: precisazioni in merito al DPCM dell'11 marzo

In relazione al DPCM 11.3.20 e alla possibilità per le erboristerie di rimanere aperte Unerbe e FEI, sentiti i pareri dei loro Uffici Legislativi, consigliano di controllare le visure della Camera di Commercio per individuare i corretti codici ATECO.

Il codice ATECO ERBORISTERIE è il 47.75.2o .Tale codice non rientra tra le attività che possono rimanere aperte.

Il codice ATECO 47.75.10 indica invece il commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per la toletta e per l'igiene personale, tale categoria merceologica è invece presente tra quelle individuate dal DPCM che possono rimanere aperte.

Unerbe e FEI, visto che i poteri decisionali su aperture e chiusure sono demandati in via esclusiva alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Protezione Civile, stanno cercando di contattare entrambi per avere delucidazioni al riguardo. E' stato inoltre contattato il Ministero della salute per un parere.

Unerbe e FEI non possono consigliare l'apertura delle erboristerie senza queste necessarie precisazioni, a tutela dei colleghi, affiché non vadano incontro a sospensioni di attività e denunce.