Devasini: bene dgls, evitata cancellazione figura professionale. Testo unico è passo avanti

“Abbiamo evitato che si cancellasse la figura dell’erborista, e anzi ne abbiamo rafforzato il ruolo professionale”.

 

Così commenta Maurizio Devasini, Presidente Nazionale di Unerbe Confesercenti, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legislativo 21 maggio 2018 n. 75, Testo unico in materia di coltivazione, raccolta e prima trasformazione delle piante officinali.

 

“Se si pensa al testo che ci era stato presentato la prima volta, e sul quale abbiamo espresso con forza i nostri dubbi in commissione Agricoltura, sembrava un’impresa impossibile raggiungere un risultato positivo. Ma la nostra attività di pressing sulla politica è servita: vedere riconosciuta la competenza degli erboristi sulla preparazione estemporanea delle piante officinali, fissata in una legge dello Stato che dovrà essere rispettata, rappresenta un enorme passo avanti per la tutela e la valorizzazione della nostra professione e di un settore che conta circa 6mila imprese”. 

 

 

La nostra attività di pressing sulla politica è servita: vedere riconosciuta la competenza degli erboristi sulla preparazione estemporanea delle piante officinali, fissata in una legge dello Stato che dovrà essere rispettata, rappresenta un enorme passo avanti per la tutela e la valorizzazione della nostra professione e di un settore che conta circa 6mila imprese