Ministero della Salute: la nuova lista unica di piante ammesse all'impiego negli integratori

La recente modifica al DM  del 10 Agosto 2018 apportata con l’approvazione del DM 9 gennaio 2019 “Disciplina dell'impiego negli integratori alimentari di sostanze e preparati vegetali” introduce un elenco delle sostanze e dei preparati vegetali ammessi all'impiego negli integratori e fornisce  specifiche indicazioni sugli adempimenti da effettuare a supporto della loro sicurezza al fine di elevare il livello di tutela dei consumatori.

Ferme restando le disposizioni della legislazione alimentare europea e nazionale applicabili agli integratori alimentari contenenti le sostanze e i preparati vegetali, è ammesso l'impiego delle sostanze e dei preparati vegetali elencati nell'“allegato1 “, nei termini previsti dall'allegato medesimo, disponibile qui.

Dato che il vecchio allegato 1 del decreto ministeriale 9 luglio 2012, contenente la lista di piante ammesse a livello nazionale, è stato integrato e modificato dall'allegato 1- bis ( DM 27 marzo 2014), contenente la lista comune di piante messa a punto nell'ambito del progetto di cooperazione cd. «BELFRIT», realizzato con Francia e Belgio, il Ministero della Salute ha ritenuto di adottare una nuova lista unica di piante ammesse all'impiego negli integratori come fonte di sostanze e preparati vegetali, predisposta sulla base dei dati e delle evidenze scientifiche disponibili ed approvata dalla Sezione dietetica e nutrizione del Comitato nazionale per la nutrizione e la sicurezza alimentare nella riunione del 17 gennaio 2017.

Gli integratori alimentari contenenti piante e relative parti immessi sul mercato o etichettati entro il termine previsto dal DM in difformità dall'allegato 1 dello stesso decreto, possono essere commercializzati solo fino al 31 marzo 2019.