Vlogger cinese si avvelena addentando foglie di Agave scambiate per Aloe

 Cosa non si è disposti a fare per il famoso "minuto di celebrità"? Questo deve aver pensato la giovane vlogger cinese Zhang, che in diretta web [https://www.youtube.com/watch?v=LG1PSAbwLwY], nel tentativo di dimostrare gli effetti benefici dell'Aloe vera, ha erroneamente addentato quelle che erano in realtà delle enormi foglie della velenosa Agave americana. La 26enne ha da subito manifestato i primi sintomi da avvelenamento. Mentre decantava le qualità dell'Aloe vera, gravi irritazioni di mucose di bocca e gola le hanno impedito di proseguire con il video in live-streaming, immediatamente interrotto per la corsa in ospedale. Per fortuna se l'è cavata con una lavanda gastrica ed un grande spavento.

 

Non sempre naturale vuol dire salutare

Spesso ci si improvvisa erboristi o si sottovaluta il potenziale tossico delle piante. Ad un occhio veramente esperto non sarebbe mai sfuggita la differenza tra Aloe vera ed Agave americana. Naturale non significa affatto innocuo e privo di conseguenze. Non a caso, tra i veleni esistenti in natura, quelli di alcune piante sono tra i più letali. Basti pensare a piante comuni, ma molto tossiche come la Ginestra di Spagna (Spartium junceum L.) o l'Oleandro (Nerium oleander L.), per non parlare delle più famigerate Cicuta (Conium maculatum L.), Stramonio (Datura stramonium L.) o Belladonna (Atropa belladonna L.), i cui principi attivi (ad esempio molti alcaloidi) li ritroviamo nella formulazione di alcuni farmaci, opportunamente dosati...Continua

 

Fonte:“Blasting news”